In occasione dell’IFTM-TopRésa che si terrà dal 26 al 29 settembre 2017, le start-updella Biz Travel Alliance svelano le soluzioni innovative offerte ai viaggiatori d’affari.

La vera tendenza è concentrarsi sull’esperienza del cliente, offrendosoluzioni ergonomiche. L’obiettivo è quello di soddisfare la domanda delle nuove generazioni offrendo un servizio più aperto, più umano, più autentico. Così, i membri dell’alleanza Biz Travel si sono sviluppati con soluzioni più fluide, applicazioni, basate sull’esperienza utente e mobile (che possono essere fino al 65% delle connessioni per alcune soluzioni).

Stiamo anche assistendo a una ricerca di prenotazioneaperta, con sempre più aziende che consentono questa pratica. “Il viaggiatore vuole l’intera offerta, e non solo ciò che il GDS può offrirgli. È alla ricerca di esperienza a livello B2C”, afferma Karim Jouini, CEO e fondatore diExpensya.

“Abbiamo osservato per la prima volta una tendenza verso la prenotazione aperta tra i TPE, ma ora le grandi aziende del CAC40 lo stanno facendo, su richiesta dei viaggiatori”, aggiunge Valéry Liner, CEO di MagicStay.

Così le principali tendenze B2C come l’economia collaborativa sono attesi anche in azienda, sia in termini di alloggio, o di trasporto. “C’è una forte aspettativa di innovazione, e spesso sento alle mie nomine “collaborativo: questo è ciò che i nostri dipendenti vogliono trovare in azienda” annuncia Renaud Cornu, CEO di Travel Ensemble.

Ma la sicurezza e il controllo dei costi rimangono preoccupazioni costanti. “Al di là del costo della sicurezza del viaggiatore, il costo a carico della Società per effettuare il viaggio dei suoi dipendenti implica un ritorno sull’investimento. Questo ROI dipende dalla produttività del dipendente durante il suo movimento. Le soluzioni di connessione Internet mobile in qualsiasi regione del mondo in cui viaggiano possono aiutare”, spiega Jacques Deleuze, CEO di Roaming da me.

Leave a Reply