Le nuove pratiche legate all’economia collaborativa, tra cui l’alloggio alternativo, stanno creando nuovi comportamenti per i viaggiatori d’affari, tra cui nuove questioni di sicurezza.

MagicStay.com, la piattaforma alternativa di noleggio alloggi per i viaggiatori d’affari intervistati 600 viaggiatori europei per saperne di più sulle loro pratiche al fine di soddisfare le loro aspettative e quelle delle aziende.

Il 18% dei viaggiatori intervistati ha già utilizzato l’affitto di appartamenti per un viaggio d’affari e il 44% lo ha già considerato. I viaggiatori britannici hanno utilizzato questa soluzione per il 24% di loro, e la maggior parte dei viaggiatori francesi la considera (52%) 25-34 anni (57%).

Tra i motivi di questa scelta, la tranquillità, la privacy e il comfort forniti da un appartamento sono i due criteri citati per primi (rispettivamente 51% e 47%), seguiti dal prezzo (42%) poi la posizione (39%) e la durata del soggiorno (38%).

Il 97% dei viaggiatori che lavoravano in affitto di appartamenti è soddisfatto, di cui il 57% era abbastanza soddisfatto. Apprezzano particolarmente lo spazio e il comfort (69%), oltre ad essere in grado di cucinare o mangiare nell’appartamento (52%) e di poter mescolare soggiorno professionale e personale (52%). Alcuni apprezzano anche la possibilità di avere accesso a quartieri più autentici (36%) e come la decorazione o l’atmosfera personalizzata (31%).

Per il 38% dei viaggiatori che non hanno preso in considerazione l’affitto di appartamenti in viaggio d’affari, un terzo semplicemente non ci ha pensato (33% contro 45% nel 2016). Altri motivi sono la mancanza di servizi rispetto all’hotel (29%) e il rifiuto della loro azienda (21%).

Il 30% dei viaggiatori si è già sentito insicuro in movimento, e questo colpisce quasi quanto gli uomini delle donne (29% contro 32%). I viaggiatori tedeschi sono più inclini a questo sentimento di insicurezza (36%).

Per combattere questo sentimento di insicurezza, la scelta dell’alloggio (55%) e la scelta del quartiere (52%) possono essere soluzioni. Viaggiare con il 27% o utilizzare servizi specializzati (come avvisi o hotline specializzata) per il 22% può in misura minore fornire una soluzione.

E la metà sarebbe anche disposta ad accettare personale di protezione, o addirittura essere geolocalizzazione permanente per il 34% (i francesi sono il 45% ad accettare questa soluzione) o rispettare gli orari rigorosi con il controllo (31%).

La maggioranza (57%) muoversi da soli e più di un terzo (36%) con uno o più colleghi.

Non sorprende che le attività dopo una giornata di lavoro su strada siano le più al ristorante (75%), poi il lo shopping (43%, le donne sono il 52% a favore di questa attività) e uscire in un bar o club (41%), visite culturali al 32% e sport al 27% (i tedeschi sono addirittura il 43% a fare sport in viaggio d’affari). Ma molti viaggiatori soprattutto desiderano riposare!

Indagine condotta dal MRCC Institute nel giugno 2017 su 600 viaggiatori d’affari francesi, britannici e tedeschi. Relazione dettagliata su richiesta

 

Leave a Reply